LE MADONNINE DI MILANO: CENNI SULLA LORO STORIA

Pubblicato il 29 Aprile 2021

Tra poco comincia il mese di maggio, tradizionalmente dedicato al culto di Maria. Ma quanti sanno le vicende delle quattro Madonnine che vegliano sulla città di Milano?
Ne proponiamo qui una breve storia.

La prima Madonnina è quella collocata sul Duomo. Alta ben 4 metri e ricoperta d’oro, è stata realizzata dallo scultore Giuseppe Perego e dall’orafo Giuseppe Bini e veglia sulla città dal 1774.
In epoca fascista è stata emanata una legge per cui era proibito costruire edifici che fossero più alti del Duomo, Madonnina inclusa.
La legge è stata rispettata fino al 1960, quando è stato costruito il Grattacielo Pirelli, alto 127 metri, quindi di 19,5 metri più alto del Duomo.
L’intervento critico della Curia Vescovile ha portato alla collocazione sullo stesso grattacielo Pirelli di una Madonnina, affinché fosse sempre la Madonnina il punto più alto di Milano. E’ proprio quella situata sul grattacielo Pirelli, la seconda Madonnina di Milano, alta solo 80 centimetri.
La terza madonnina è quella collocata sul Palazzo Lombardia, alto 161 metri.
Ma anche la Torre Isozaky, detta Torre Allianz, a City Life, porta sulla cima dei suoi 209,2 metri di altezza una Madonnina: è la quarta e ultima, fino ad oggi presente nei cieli di Milano.
La presenza delle Madonnine sui palazzi più alti della città sembra diventata una tradizione, che abbiamo ricordato volentieri.

Articolo a cura di Luisa Maioli

 


Traccia corrente

Titolo

Artista

Background